Perdere peso attraverso le diete personalizzate consigliate dai nostri esperti

Consigli per dimagrire attraverso un programma su misura che ti consente di bruciare calorie, raggiungere e mantenere il peso forma attraverso una sana alimentazione

Dieta mediterranea: alimenti afrodisiaci ricchi di antiossidanti

Argomenti correlati: , , ,

La dieta mediterranea è una delle diete più complete in assoluto che permette riducendo le porzioni ed abbinando un pò di movimento di perdere i chili di troppo senza stress.
Il dimagrimento è graduale, 2 o 3 chili al mese, ma duraturo quindi niente effetti lampo, ma in compenso peso forma a vita, corretto stile di vita e nessuna rinuncia in particolare. Inoltre si deve anche considerare un aspetto "nuovo" e alquanto curioso della dieta mediterranea.
La dieta mediterranea è un afrodisiaco. L'indicazione e' emersa al Convegno Medicina della Riproduzione, a Abano terme, dove Katherine Esposito, dell' Universita' di Napoli, ha sottolineato che la cucina mediterranea, favorendo il benessere generale, "può concorrere a una buona vita sessuale: le proprietà antiossidanti dei cibi hanno effetti benefici sulla salute delle arterie e, quindi, sulle prestazioni sessuali. Questa dieta - ha spiegato Esposito - è caratterizzata da un modello nutrizionale rimasto costante nel tempo, costituito principalmente da olio di oliva, cereali, frutta fresca, verdure, pesce, latticini, carne, e molti condimenti e spezie, accompagnati da vino o infusi".
ISCRIVITI La dieta mediterranea è anche un elisir di lunga vita: "Attualmente - ha detto Esposito - l'Italia è al decimo posto nella graduatoria dell'aspettativa di vita alla nascita (81,77 anni). Un'analisi ha valutato i dati di oltre un milione e mezzo di persone in vari Paesi del mondo seguite fino a un massimo di 18 anni: coloro che aderivano in maniera più corretta a un'alimentazione basata sui principi della dieta mediterranea - ha sottolineato - presentavano una riduzione significativa della mortalità generale e di quella dovuta a cancro e malattie cardiovascolari nella misura del 10%".
Dai lavori è emerso anche come l’effetto di moltissime sostanze, potenzialmente dannose per la nostra salute e per l’ambiente, siano ancora poco conosciuto, dagli additivi alimentari ai composti chimici presenti in prodotti che usiamo quotidianamente (dentifrici, saponi, detersivi, yogurt, cibi in scatola) il cui consumo costante può contribuire all’insorgere di asma, reazioni allergiche, disturbi gastrici e squilibri al sistema ormonale. Si tratta, infatti, di sostanze considerate sino ad oggi solo “potenzialmente” pericolose.
Come ha osservato Andrea Lenzi, andrologo de La Sapienza, il colore acceso dei gamberetti è un colorante chimico, l’insalata in buste rappresenta un rischio perché la confezione di plastica rilascia sull’alimento delle sostanze che hanno un’azione anti-androgenica. Sotto la lente anche deodoranti, shampoo, bagnoschiuma, e ammorbidenti, che spesso contengono composti chimici usati come conservanti, ma potenzialmente cancerogeni.


Articoli di Alimentazione